fbpx
PageLines-LOGO-header-bianco.png

Come Dio comunica con noi

disciplina: - Articolo inserito il
Dio comunica con noi

Tratto da “Conversazioni con Dio”

I sentimenti sono il linguaggio dell’anima.
Se vuoi sapere quanto c’è di vero per te in qualcosa, prendi in considerazione quello che senti a quel proposito.
I sentimenti sono talvolta difficili da individuare, e spesso ancora più difficili da riconoscere. Eppure, nascosta tra i sentimenti più profondi si trova la più alta delle verità. […]

Comunico anche tramite il pensiero. pensiero e sentimento non sono la stessa cosa, sebbene possano presentarsi nello stesso momento. Comunicando con il pensiero spesso ricorro a immagini e raffigurazioni. Per questa ragione, i pensiero sono più efficaci delle semplici parole nella comunicazione.
In aggiunta ai sentimenti e ai pensieri mi servo anche del tramite dell’esperienza come di un importante sistema di comunicazione.
E in ultimo, quando sentimenti, pensieri ed esperienza si dimostrano tutti un fallimento, Mi servo delle parole. […] le parole sono solo delle semplici espressioni: suoni che stanno per sentimenti, pensieri ed esperienze. Sono simboli. Segni. Emblemi. Non sono la Verità. non sono le cose reali.
Ora la suprema ironia sta qui, nel fatto che si sia data così grande importanza alla Parole di Dio, e così poca all’esperienza. […] L’esperienza e i sentimenti a proposito di una cosa rappresentano quello che in effetti, e intuitivamente, si conosce circa quella cosa. Le parole possono soltanto cercare di dare un significato a ciò che si conosce, e riescono spesso a confondere quanto ci è noto.
Sono questi quindi gli strumenti con i quali Io comunico, eppure non sono i modi, poiché non tutti i sentimenti, non tutti i pensieri, non tutte le esperienze, e non tutte le parole vengono da Me. […]

La sfida riguarda il discernimento. La difficoltà sta nel rendersi conto della differenza tra i messaggi di Dio e i dati provenienti da altre fonti. La distinzione è una semplice questione legata all’applicazione di una regola fondamentale.
Il Mio è sempre il vostro Più Alto Pensiero, la Più Chiara delle Parole, Il Più Grande dei Sentimenti. Qualunque cosa sia inferiore a questo arriva da un’altra fonte.
Ora il compito di effettuare una differenziazione diventa facile, poiché non dovrebbe essere complicato neppure per un allievo principiante identificare la cosa Più Elevata, la Più Chiara e la Più Grande. Eppure vi fornirò queste indicazioni.
Il Pensiero Più Elevato è il pensiero che contiene la gioia. le Parole Più Chiare sono quelle che contengono la verità. Il Sentimento Più Grande è il sentimento che voi chiamate amore.
Gioia, verità, amore. Questi tre elementi sono intercambiabili e ognuno di essi conduce sempre agli altri. non importa in quale ordine siano messi.
Con queste indicazioni è facile stabilire quali messaggi giungano da Me e quali arrivino da un’altra fonte, l’nico interrogativo rimasto è se ai Miei messaggi verrà prestata attenzione.

Tratto da: Neale Donald Walsch – Conversazioni con Dio

Può interessarti anche il corso intensivo di sciamanesimo