PageLines-LOGO-header-bianco.png
trattamenti sciamanici

Trattamenti Sciamanici

individuali, per animali, aziende, luoghi.

praticati da Silvia Festa
Textbox Section

Trattamenti sciamanici

disciplina: - Articolo inserito il
PREMESSA

Il trattamento sciamanico è ampiamente descritto in alcuni libri di antropologia o sullo sciamanesimo nei quali viene chiamato “guarigione sciamanica”. Dato che per la legislazione italiana il termine “guarigione” fa riferimento a pratiche appartenenti all’ambito medico sanitario, e che la pratica in oggetto non è un trattamento medico, contrariamente a quanto vorrebbe la tradizione e la storia, scegliamo di utilizzare in nome “trattamento sciamanico”.

Campo di applicazione e benefici
CAMPO DI APPLICAZIONE E BENEFICI

Gli sciamani curano i disturbi sia fisici che emotivi, agendo sui loro aspetti spirituali. (…)
Dal punto di vista sciamanico ci sono tre fattori che, comunemente, possono essere fonte di malattia.

1) La perdita di energia, che può indurre depressione, malattie croniche o una tendenza a subire incidenti. In questo caso lo sciamano viaggia per restituire al soggetto l’energia perduta.

2) La perdita del proprio spirito o essenza, che si può verificare durante un trauma emotivo o psichico, dovuto ad un incidente, a un’operazione chirurgica, a un abuso, o altre circostanze drammatiche. Tale perdita dell’anima si manifesta sotto forma di dissociazione, sindrome da stress post-traumatico, depressione, malattie, problemi di immunodeficienza e dipendenze di vario tipo. Il compito dello sciamano è quello di individuare le parti che si sono separate e che sono andate perdute a causa del trauma, effettuando una cerimonia di recupero dell’anima.

3) Il blocco spirituale o energetico, prodotto dalla perdita del proprio potere o dell’anima. Di solito, le malattie prodotte da questi blocchi spirituali sono localizzate in una specifica area del corpo. E’ compito dello sciamano estrarre e rimuovere queste dannose energie.

Tratto da “Il viaggio sciamanico” di Sandra Ingerman, Edizioni Crisalide

I trattamenti sciamanici donano integrità, che possiamo descrivere come:
– riunificazione del sè frammentato
– stabilità emotiva
– benessere fisico
– ritrovamento di energie perdute
– ricongiungimento con i propri spiriti amorevoli, protettori ed aiutanti
– ritrovamento della propria anima
– ritrovamento dell’amore per sé stessi e della consapevolezza di essere meritevoli d’amore.
Quando siamo integri e completi, siamo protetti, sia fisicamente, che emotivamente, che energeticamente, e ci possiamo ricongiunge all’Unità da cui siamo venuti.

I trattamenti sciamanici sono compatibili con qualsiasi terapia, anzi: facilmente ne accelerano i benefici.

DA DOVE ARRIVA IL BENEFICIO

L’apporto benefico avviene per opera degli Spiriti, gli Spiriti sono una diretta emanazione del Divino, sono il Divino che si manifesta in forma animale o umana affinché noi possiamo accettarli e comprenderli.
Il più grande lavoro dello sciamano è quello di mettersi da parte, di cancellare il proprio ego e le proprie aspettative, e lasciare che gli Spiriti agiscano per il bene supremo della persona che ha chiesto il trattamento sciamanico.

LO SPIRITO ANIMALE AIUTANTE

Dal punto di vista sciamanico, esistono spiriti che si manifestano in forma umana o animale che volentieri prestano il loro aiuto e protezione.
L’animale aiutante è una forma energetica con caratteristiche specifiche e adatte a sostenere il benessere della persona che è venuta a chiedere aiuto. Sarà compito dell’operatore individuare, attraverso un viaggio sciamanico in stato theta, lo spirito animale più adatto al bene supremo della persona e inglobarlo nel suo corpo.
L’animale aiutante viene talvolta riportato alle persone che soffrono di perdite di forza vitale.

IL RECUPERO DELL’ANIMA

La nostra cultura occidentale ci induce a pensare che l’anima non si possa perdere, e se si perdesse significherebbe che si è morti. In realtà per capire il concetto di “perdita dell’anima” è necessario calarlo nelle varie culture.
In Vietnam, per esempio, si crede che le persone siano dotate di più anime e più spiriti, e che eventi traumatici, abusi di sostanze o sulla pesona, o altri episodi possano far perdere una di queste anime o spiriti. Esistono quindi particolari cerimonie per recuperare ciò che è andato perduto.
Se andiamo dalla parte opposta del mondo, in Perù, vediamo che le persone credono che a seguito dei medesimi eventi traumatici o abusi, le persone possano perdere dei pezzi di anima, quando una persona avrà perso tutta la sua anima allora morirà.
Anche qui esistono particolari cerimonie per recuperare i pezzi di anima perduti.
Se torniamo nella cultura in cui viviamo e leggiamo Carl Jung, scopriamo che è sua opinione che gli stessi eventi sopra descritti rendano inaccessibili parti del sé, inoltre sostiene che (cito un testo riportato in “Il recupero dell’anima” di Sandra Ingerman):
“nonostante i riti di iniziazione abbiano insegnato per migliaia di anni la rinascita spirituale, l’uomo moderno ha dimenticato la procreazione iniziatica divina. Questa dimenticanza fa sì che l’uomo sia affetto dalla perdita dell’anima, una patologia che oggigiorno è tristemente presente ovunque.” Lo psicoterapeuta Roberto Francis Johnson riprende questo concetto, affermando che, “questa perdita dell’anima di cui parla Jung, si manifesta nella nostra cultura attraverso le crisi di cui tutti noi stiamo assistendo (maggiore uso di sostanze stupefacenti, violenza, ottundimento morale ed emotivo) e attraverso il nostro tentativo di risolvere i problemi morali e spirituali eleggendo leader feriti e inadeguati che promettono soluzioni di carattere economico.
Il recupero dell’anima è una cerimonia durante la quale l’operatore troverà e riporterà alla persona che ha chiesto aiuto i pezzi perduti della sua anima.
In realtà la nostra anima è sempre integra e completa, il lavoro di recupero dell’anima serve a ricondurre a noi stessi le parti che ci erano diventate inaccessibili, e possiamo chiamare queste parti con il nome di “anima”, “amore per sé stessi”, “sé”, “luce” oppure “energia”.
Il recupero dell’anima non si occupa di riportare a galla le memorie degli eventi traumatici, bensì di restituire alla persona l’essenza che era andata perduta a seguito del trauma.

IL FURTO E LA CESSIONE D’ANIMA

Il furto dell’anima è una pratica consolidata nel nostro ambito sociale, così come la cessione della propria anima, può avvenire per esempio:
– a seguito di compromessi che abbiamo accettato
– in caso di dedizione totale da parte di una persona verso un’altra
– in caso di sentimenti di odio o rancore provati verso una persona
– nella relazione tra genitori e figli, quando per esempio i primi vorrebbero i figli a loro immagine e somiglianza, oppure quando i figli eccedono nella richiesta di attenzione (non è così inusuale sentire le madri dire di sentirsi “prosciugate” dai figli, è il sintomo di un’eccessiva cessione di energia). Anche i comportamenti “ereditati” (come nel caso di abusi, alcolismo, violenza, ecc.) e nelle malattie trasmesse (tipicamente nella depressione) c’è il sospetto di un furto d’anima.
– nelle relazioni tra partner, quando si crea un rapporto di dipendenza o co-dipendenza (mentre il sano sostegno reciproco non comporta nè furti nè cessioni di anima)
– nell’ambito lavorativo tra superiore e dipendenti
Nella maggior parte dei casi le persone sono inconsapevoli sia di aver rubato l’energia ad un’altra persona, che di averla ceduta, anche perchè questi tipi di scambi portano benefici solo apparenti.
Un’esempio storico di furto dell’anima perpetrato su un’intera popolazione è stato il nazismo.

L’ESTRAZIONE

L’estrazione è quella cerimonia sciamanica durante la quale gli spiriti benevoli ed aiutanti chiamati dallo sciamano, si occupano di eliminare dalla persona che ha chiesto aiuto quelle energie che non gli appartengono e che lo debilitano, può trattarsi di emozioni non espresse (rabbia, gelosia, invidia…) o dell’energia di pensieri che altre persone ci hanno inviato più o meno consapevolmente.
Estrarre significa togliere un blocco e far rifluire l’energia vitale.
Ciò che viene estratto può essere mandato alla Luce o alla terra perchè lo metabolizzi e lo renda alla persona sotto forma di dono, esattamente come avviene quando la terra viene concimata e questa ci rende frutti vitali e saporiti.
Può rendersi necessaria un’estrazione quando le persone hanno perso una parte della propria energia a causa di shock o traumi e lo spazio lasciato è stato occupato da un’energia che non gli appartiene, oppure quando debolezze del campo energetico, causate per es. dall’uso di sostanze che alterano la coscienza, possono aver favorito l’insinuarsi di energie esterne non favorevoli alla salute della persona.
Talvolta l’estrazione è eseguita contemporaneamente al recupero dell’anima.
Problematiche che tipicamente possono richiedere un’estrazione sono i dolori articolari e le cisti.

IL LAVORO CON I DEFUNTI

Appartiene a molte culture il concetto per cui dopo la morte fisica di una persona, l’anima abbia alcuni giorni di tempo per trovare la strada verso la Luce ed entrare in essa.
Può succedere, però, che per alcuni motivi, quali eccessivo attaccamento a persone o cose terrene, traumi subiti in punto di morte, suicidio, morte sotto anestesia, amore vero da parte di una persona in vita, ecc. la persona defunta non riesca a vedere la strada verso la Luce. Quando ciò succede, sia l’anima delle persone defunte che quella dei loro cari soffrono.
Nello sciamanesimo sono contemplate particolari cerimonie in cui l’operatore chiederà a specifici spiriti aiutanti di guidare queste persone verso la Luce, da dove potranno essere davvero di aiuto e sostegno per i cari che sono rimasti.

Tipologie di trattamento
IL TRATTAMENTO SCIAMANICO DEI MINORENNI

Verranno eseguiti trattamenti sciamanici su minori solo dietro la richiesta di un genitore o di un tutore che li sostituisca.
I bambini sono delle grandi anime e vanno profondamente rispettati, indipendentemente dal volere dei genitori i trattamenti sciamanici verranno eseguite ai minorenni, anche se molto piccoli, solo con il loro consenso. Quando il bambino è troppo piccolo per poter parlare o non abbastanza grande per essere sicuri di aver ricevuto il suo consenso, verrà quindi preventivamente interrogata la sua anima e il lavoro verrà fatto solo dopo aver ricevuto il suo consenso.
Talvolta i genitori accompagnano un loro figlio ad un trattamento sciamanico, ma l’anima del bambino indica che il lavoro deve essere fatto su uno od entrambi i genitori.

IL TRATTAMENTO SCIAMANICO DEGLI ANIMALI

Gli animali subiscono sia emotivamente che fisicamente gli effetti dei litigi tra i loro “proprietari”, le separazioni, le loro malattie, i cambi di residenza, ecc. Questi piccoli amici ci amano così tanto che si prendono carico delle energie pesanti che liberiamo nell’ambiente con i nostri comportamenti. Anche gli animali che sono stati recuperati dai canili o hanno subito violenze possono trarre benefici da un trattamento sciamanico.
Il trattamento sciamanico degli animali verrà eseguita solo dietro richiesta del “proprietario”. Come per i minorenni, prima di eseguire il lavoro verrà interrogata l’anima dell’animale per richiederle il consenso ad agire. Può succedere che il trattamento debba essere eseguita sia sull’animale che sul suo “padrone” oppure solo sul “padrone”.

IL TRATTAMENTO SCIAMANICO DEI LUOGHI E COSTRUZIONI

Dal punto di vista sciamanico i luoghi e le costruzioni posseggono una propria energia.
E’ piuttosto comune avvertire l’energia dei luoghi, ovvero l’anima dei luoghi, è facile sentirla in certe chiese o templi, oppure dove c’è stata molta sofferenza come le carceri. Quando si entra in un posto e si ha una sensazione, piacevole o meno, in quel momento si è avvertito l’energia del luogo.
Può accadere che i lavori di costruzione abbiano disturbato e alterato l’energia del luogo. Anche fatti tragici avvenuti agli operai o in seguito, i comportamenti o accadimenti riguardanti i precedenti proprietari, le intrusioni di estranei malintenzionati, ecc. possono aver lasciato energie che disturbano il rapporto con le nostre proprietà. L’attaccamento agli oggetti materiali o l’amore vero di parenti vivi può aver trattenuto nella casa l’anima di un defunto che crea disturbo (anche se non intenzionalmente) e necessita di essere accompagnata nella Luce. Così può accadere che un terreno o un giardino non sia florido, una casa non trasmetta serenità o non riesca ad essere venduta.
Il trattamento sciamanico dei luoghi e delle costruzioni viene eseguita dietro richiesta del proprietario e con il consenso dell’anima (o energia) stessa del luogo che si desidera guarire. Tale luogo verrà trattato con lo stesso rispetto che si porta ad una persona.

IL TRATTAMENTO SCIAMANICO DI AZIENDE

Anche gli oggetti hanno una loro energia perchè sono energia, nella religione induista si dice ce c’è un Dio in ogni cosa, ciò equivale a dire che Dio è in ogni cosa. Quindi anche le aziende, associazioni o altre forme di aggregazione, in quando agglomerato di cose e persone hanno una loro energia, infatti esiste la pratica del feng shui e da tempo immemorabile si svolgono riti propiziatori perchè le aziende siano floride. Gli sciamani chiamano questa energia “anima”.
Anche le aziende, associazioni o altre forme di aggregazione posseggono, dal punto di vista sciamanico, una propria energia che può soffrire delle influenze (sia favorevoli che sfavorevoli) del luogo in cui sorge, degli accadimenti avvenuti alle persone che vi lavorano, delle loro forme-pensiero, e delle relazioni instaurate con clienti e fornitori, esattamente come avviene per le persone.
Il trattamento sciamanico delle aziende avviene dietro la richiesta del proprietario e dopo aver ottenuto il consenso dell’anima stessa dell’azienda. All’energia delle aziende verrà dedicata la stessa considerazione e rispetto che viene rivolto alle persone.

Come si svolgono i trattamenti sciamanici
COME SI SVOLGONO I TRATTAMENTI SCIAMANICI

Alla persona che desidera essere oggetto di un trattamento sciamanico, viene semplicemente chiesto di mantenere un atteggiamento di ascolto e fiducia.
Dal punto di vista pratico, la persona si stenderà a terra, l’operatore potrà scegliere se stendersi accanto oppure rimanere seduto, sceglierà se suonare il tamburo o usare un CD che ne riproduca il suono. L’operatore entrerà quindi in stato theta, contatterà i propri spiriti aiutanti e chiederà loro di eseguire il lavoro. L’operatore, quindi, sarà solo il tramite affinché gli spiriti (che sono un’emanazione divina e una forma energetica) o la Fonte stessa agiscano per il bene supremo della persona che è venuta a chiedere aiuto.
Verso il termine della cerimonia, l’operatore potrà soffiare nel petto e nella fontanella, a sugellare la restituzione di ciò che era andato perduto.
Può succedere che durante la cerimonia gli spiriti suggeriscano alla persona di svolgere alcune azioni.
Lo sciamanismo è lo sforzo intenzionale di sviluppare rapporti duraturi con spiriti guida personali, compiendo dei “viaggi” nei regni in cui gli spiriti dimorano.

Tom Cowan – Sciamanismo Una pratica spirituale per la vita quotidiana

COME CAPIRE SE SI HA BISOGNO DI UN TRATTAMENTO SCIAMANICO

Se si risponde affermativamente ad una delle seguenti domande, è possibile avere dei benefici dal ricevimento di un trattamento sciamanico:
– ho un malessere fisico?
– nella mia famiglia esistono malattie ricorrenti che temo possano colpirmi?
– ho allergie o intolleranze?
– sento dei disagi emotivi?
– periodicamente mi sento triste o depresso?
– ho perso la stima di me stesso?
– non so dare scopo alla mia vita?
– sto facendo psicoterapia e vorrei accelerare il raggiungimento del benessere?
– ogni volta che raggiungo il successo poi succede qualcosa che mi fa perdere tutto?
– le mie relazioni sentimentali sembrano ripetere uno schema che mi porta all’infelicità e alla separazione?
– non riesco a dimenticare la persona da cui mi sono separato?
– ho un rapporto di dipendenza con il partner?
– sento eccessive le richieste dei miei figli?
– provo odio o rancore verso qualcuno?
– desidero crescere spiritualmente o personalmente?
– mi capita di dire: “da quando è successo quel dato evento non si sento più lo stesso”?
– sento che nella mia vita c’è il buio?
– sono stato abbandonato o adottato?
– credo di non essere meritevole d’amore?
– mi lamento spesso delle mie disavventure e problemi? Per questo motivo delle persone che credevo amiche si sono allontanate da me?

– sono sfortunato?
– mi capitano ripetutamente incidenti anche piccoli ed anche nell’ambiente domestico?
– la mia vita è sempre accompagnata dalla paura?
– provo rabbia o rancore verso i miei genitori o verso la Fonte?
– ho subito un forte spavento?
– sono stato sottoposto ad un’operazione chirurgica?
– io o il mio bambino abbiamo avuto un parto difficile?
– ho avuto un aborto?
– ho subito un grave lutto?
– una persona a me vicina si è suicidata?
– ho subito un incidente?
– ho subito un abuso?
– soffro di dipendenze da sostanze o affettive?
– fatico a sentirmi nel mio corpo, è come se mi osservassi dall’esterno?
– mi sento apatico, attonito, assente?
– soffro di depressione cronica?
– da bambino ero sempre malaticcio?
– ho buchi di memoria che mi impediscono di ricordare gli avvenimenti dopo i 5 anni?
– penso di aver rimosso dei traumi?
– cerco cose esterne per colmare un vuoto interiore?
– non riesco a vendere una casa o un’azienda?
– non riesco a trovare la casa che va bene per me?
– ho problemi con la mia azienda?
– ho problemi con il terreno che ho acquistato o che voglio vendere?
– sono stati fatti dei lavori su un terreno che ne hanno alterato l’equilibrio ecologico?
– ad una persona è accaduto un incidente nella mia proprietà o mentre si stava costruendo la mia casa?
– nel mio giardino, orto o campo le piante non crescono rigogliose?

I trattamenti sciamanici possono essere richiesti anche per il benessere di altre persone che si trovano nella situazione di non poter decidere per sé stesse, il richiedente dovrà essere un parente stretto o il tutore della persona che deve ricevere il trattamento sciamanico. In ogni caso il trattamento sarà svolto solo dopo aver avuto il consenso dalla persona stessa, anche se affetta da malattie mentali o minorenne, purchè sia in grado di comunicare, successivamente, e in tutti quei casi in cui la comunicazione verbale è impossibilitata, viene interpellata l’anima della persona per avere anche da lei il consenso a procedere. Per es. si può richiedere un intervento per:
– minorenni
– animali
– persone in stato di coma
– persone affette da gravi malattie mentali
– luoghi
– costruzioni
– aziende

Leggi le testimonianze di chi ha ricevuto i trattamenti sciamanici